Impianti di Riscaldamento

HydroEnergy

La nostra ditta esegue impianti di riscaldamento di ogni genere, infatti tutti sappiamo quanto sia importante scaldare le nostre case.
Ma sappiamo quali sono i diversi tipi di impianti, che grazie alle loro svariate caratteristiche, ci offrono diverse possibilità senza rinunciare al piacere del caldo?
Qui di seguito cerchiamo di spiegare in modo semplice le tipologie di impianto più utilizzate:

RADIATORI:
Sono sicuramente i più usati, in quanto non hanno delle particolari esigenze per essere installati. Sono soprattutto in ghisa, ma esistono anche in alluminio ed in acciaio. Queste ultime hanno il vantaggio di scaldarsi più in fretta rispetto a quelli in ghisa, ma anche lo svantaggio di raffreddarsi più velocemente. Questo tipo di impianto ha sicuramente dei bassi costi di installazione ed una buona durata, ma ha come svantaggi gli alti consumi, in quanto se la temperatura delle superfici dei locali rimane fredda abbiamo bisogno di alzare la temperatura interna, anche se già sufficiente, con spreco di energia, come anche influisce la loro posizione vicino a porte e finestre.



TERMOCONVETTORI (fan-coil):
E' costituito da un contenitore in lamiera, con un dispositivo per il passaggio del calore dall'acqua all'aria ed un ventilatore per diffondere il calore nella stanza. Ha la doppia funzione sia di scaldare che di raffreddare l'ambiente (SE PREDISPOSTO). Inoltre la temperatura può essere controllata anche agendo sulla velocità del ventilatore. E' un impianto facile da installare e si possono posizionare in qualsiasi parte della stanza, anche sul soffitto.



PANNELLI RADIANTI:
Questi possono essere di due tipi, a pavimento e a parete. Si tratta di un sistema di tubazione (per i pavimenti in materiale plastico e per le pareti in rame) che conducono acqua a bassa temperatura, contenuti all'interno dell'intonaco o di un materassino isolante posto sotto il pavimento. Il primo vantaggio che salta all'occhio è la totale assenza d'ingombro sulle pareti dei radiatori; inoltre la temperatura dell'aria può essere mantenuta molto più bassa rispetto ai sistemi tradizionali perché grazie all'irraggiamento dalle pareti e dal pavimento, esse sono più calde e non si deve surriscaldare l'aria, con conseguente risparmio energetico.